Chiedere la concessione di un contributo economico per le persone anziane non autosufficienti o inabili, sulle rette di accoglienza in strutture residenziali a ciclo continuativo

Chiedere la concessione di un contributo economico per le persone anziane non autosufficienti o inabili, sulle rette di accoglienza in strutture residenziali a ciclo continuativo

Per essere inseriti c/o un'idonea struttura residenziale è necessario effettuare la domanda presso la residenza prescelta, allegando la documentazione richiesta dalla struttura e la scelta della struttura (libera scelta del cittadino) va effettuata tra quelle regolarmente autorizzate al funzionamento.

Nel caso in cui sia necessario l'intervento economico comunale a integrazione della retta, è necessario redigere anche la domanda di contributo sull’apposito modulo compilabile on-line (o reperibile presso l'assistente sociale referente, oppure scaricabile dal sito).

Bisogna inoltre attivarsi per ottenere il rilascio dell'attestazione ISEE Sociosanitario - Residenze.

Il calcolo del contributo comunale verrà effettuato in base alla retta applicata dalla struttura di accoglienza e in funzione dell'ISEE sociosanitario per le prestazioni residenziali.

I destinatari del contributo sono:

  • persone anziane disabili
  • persone non anziane che si trovino in una situazione assimilabile a quella delle prime, per le quali non risulti possibile, date le loro condizioni sanitarie e/o i loro livelli di autonomia personale, la permanenza nell'ambiente domestico o familiare e si renda invece necessario il ricovero presso una struttura residenziale a ciclo continuativo quale soluzione diretta a rimuovere o attenuare le condizioni di disagio dell'interessato.
Requisiti soggettivi

Per poter presentare domanda di contributo è necessario che in capo all'interessato sia stata accertata una delle seguenti condizioni, come definite in dettaglio ai fini ISEE nell'Allegato 3 al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 05/12/2013, n. 159:

  • disabilità media
  • disabilità grave
  • non autosufficienza.

La presentazione della domanda diretta a ottenere il contributo è consentita alle persone residenti nel Comune di Udine (ricoverate in una struttura residenziale, regolarmente autorizzata ai sensi delle disposizioni vigenti in materia, a seguito della valutazione multidimensionale favorevole espressa dall'Unità di Valutazione Distrettuale attivata presso il competente Distretto Sanitario) che siano:

  • cittadini italiani o cittadini di Stati appartenenti all'Unione Europea o apolidi
  • cittadini stranieri titolari della carta di soggiorno o di regolare permesso di soggiorno di durata non inferiore a un anno e quindi equiparati ai cittadini italiani ai fini della fruizione di prestazioni di assistenza sociale ai sensi del Decreto legislativo (Stato Italiano) 25-07-1998, n. 286, art. 41
  • in possesso di un'idonea attestazione dell'indicatore della situazione economica equivalente (attestazione ISEE) per le prestazioni residenziali, recante un valore pari o inferiore al valore massimo stabilito periodicamente dalla Giunta comunale.

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Salute
Io sono: Anziano Disabile
Ultimo aggiornamento: 01/12/2021 17:05.52